URGENTE: Da 10 anni soffriva di acufene. Sentiva ronzii che non esistevano. Non crederai cosa le ha portato sollievo

Calminax
La storia della signora Marianna (68 anni) potrebbe essere anche la storia di molti altri italiani. Basti pensare che il problema dell'acufene viene vissuto ogni anno da un numero sempre maggiore di persone, comprese quelle più giovani. Le cause possono essere varie - ipertiroidismo, tachicardia, uso prolungato di antibiotici, lesioni aterosclerotiche. Tuttavia, spesso il motivo non viene diagnosticato e la diagnosi non viene fatta in modo corretto. Questo è stato il caso della signora Marianna, che ha accettato di raccontarci le sue esperienze con questa malattia.

Dottore, ho l’acufene.

Ricordo come se fosse ieri la mia prima visita dal dottore. E’ stato più di 10 anni fa. Ero molto ansiosa e preoccupata per tutta la situazione con le mie orecchie. Era da un po’ che soffrivo sentendo diversi suoni tipo ronzio e squilli. Tutti i giorni, giorno e notte. Tutto ciò non mi permetteva di vivere normalmente. Mi sembrava di impazzire a causa di questi suoni. Non riuscivo a farcela. La cosa peggiore è che il mio stato influenzava anche i miei rapporti con i miei cari – iniziavo ad allontanarmi da loro.

Dopo aver fatto gli esami, ho consultato tutto con il medico e ho sentito dirmi: non conosciamo la causa del Suo disturbo, non possiamo curarlo, deve abituarsi al Suo stato. Dopo ho consultato ancora tanti altri medici, ma anche loro gettavano la spugna. Alla fine ho ceduto e ho smesso di cercare l’aiuto.

Andava sempre peggio

I miei problemi con l’acufene aumentavano. Soprattutto nel silenzio e quando mi addormentavo. Più che altro, cercavo di addormentarmi – spesso tutti questi suoni non me lo permettevano. Ero sempre stanca e ormai rassegnata. Non riuscivo a concentrarmi, la mia memoria era peggiorata. I miei cari cercavano di aiutarmi, ma facevano fatica a comprendere il mio stato – tutti questi suoni li sentivo solo io. A volte mi sembrava che la gente mi prendesse per pazza. I bambini dei vicini mi deridevano dicendo che „arriva quella che sente le voci”.

Dopo molti anni di vita con questo mio disturbo, mi sono rassegnata del fatto che rimane così per sempre. In qualche modo, ma solo un po’, ho imparato a tenere a bada le mie reazioni ai rumori che sentivo. E’ diventato il mio compagno di vita inseparabile. Fino al memorabile martedì.

La luce nel fondo del tunnel

Sono venuta a sapere che mia figlia mi aveva iscritta ad un incontro per le persone con il mio disturbo. Ci sono andata senza grande convinzione. Ho già consultato talmente tanti specialisti, ho letto così tanti articoli, che davvero... non mi illudevo più. Durante quell’incontro ho saputo del nuovo metodo per la cura dell’acufene in Italia– Calminax, per la prova del quale sono stata qualificata. Ero scettica, ma mia figlia mi ha incoraggiata molto. Diceva: cosa c’è di male nel provarlo. Allora, ci ho provato. Mi ha tranquillizzato il fatto che il metodo è completamente naturale, non invasivo.

Calminax
La foto memorabile dell’incontro, quando sono venuta a sapere del Calminaxie e della possibilità di provarlo

I risultati hanno superato le mie più audaci aspettative

Già una settimana dall'inizio del trattamento ho cominciato a sentirmi molto meglio mentalmente. L'ottavo giorno ho dormito per la prima volta tutta la notte, senza questo terribile ronzio. Quando mi sono svegliata la mattina, sono rimasta scioccata dal fatto di aver dormito così bene e nulla mi ha disturbato il sonno. Con il passare del tempo, i rumori sono diventati sempre più silenziosi. A poco a poco ho riacquistato le forze. Durante il giorno ho potuto concentrarmi molto di più sui miei doveri e non dovevo più ricordarmi dove avevo lasciato le chiavi di casa. Ho iniziato a parlare di più con i miei cari. Li ho sentiti più chiaramente e non mi domandavo se dicessero qualcosa e che magari non li ho sentito. Ho iniziato a frequentare la gente - non avevo più paura che mi prendessero per pazza.

Un mese e mezzo dall’inizio del trattamento ho fatto un test dell'udito. Mi hanno dato degli auricolari speciali. Il medico ha detto che le cellule uditive della coclea si sono rigenerate e hanno riacquistato la loro condizione precedente. Del rumore non c’era traccia.”

Calminax
Calminax ha anche migliorato il mio udito. Precedentemente mi è stato diagnosticato il calo significativo, specialmente con toni alti (foto a sinistra) che dopo la cura si è normalizzato.

Metodo innovativo nella medicina naturale

– Soffrire di acufene significa spesso l’impossibilità di funzionare normalmente e svolgere i nostri compiti quotidiani. Ignorare il problema oppure ricevere una diagnosi sbagliata, rinforza solo il fenomeno che causa anche i disturbi dell’umore, l'esaurimento mentale e fisico, e in alcuni casi anche la depressione e i pensieri suicidi. Finora è stato difficile individuare un metodo naturale che affronti in modo completo questa condizione. Ora le cose sono cambiate, grazie a Calminax. Grazie a questo prodotto è possibile calmare completamente i suoni persistenti, migliorare la qualità dell'udito, proteggere dall'eccessivo rumore dell'ambiente, nonché un sonno tranquillo e sano. Penso che questo sia un vero metodo rivoluzionario quando si tratta di modi non invasivi per combattere questa malattia.

Calminax si basa sulla massima concentrazione di estratti naturali di piante, calmando il rumore e permettendo di sentire suoni reali di normale intensità. Questo prodotto garantisce il controllo costante dell’apparecchio acustico, 24 ore al giorno. Questo metodo è sicuro al 100% per il corpo e la sua efficacia è già stata confermata da più di 6000 donne e uomini in Italia, che hanno eliminato completamente i problemi di acufene.

Per ora Calminax si può ordinare solo sul sito web ufficiale del produttore. Per la Vostra comodità inseriamo il link dove potete trovare ulteriori informazioni sul prodotto.

Clicca qui per ordinare Calminax >>>

Commenti

URGENTE: Da 10 anni soffriva di acufene. Sentiva ronzii che non esistevano. Non crederai cosa le ha portato sollievo

Commenti come ospite
Devi completare questo campo
Commenti come ospite
  1. ospite
    ieri

    Qualcuno l’ha provato?

  2. ospite
    ieri

    Si, lo uso da 2 settimane e i rumori sono decisamente diminuiti

  3. ospite
    ieri

    Ho provato prima il generatore di rumore, ma è stato uno spreco di soldi. Ora uso Calminax e la differenza è enorme

  4. ospite
    ieri

    La mia storia è molto simile, ho consultato due laringologi e anche loro hanno gettato la spugna. Di Calminax ho letto sul giornale, l’ho comprato e praticamente non sento più questo rimbombo

  5. Isabella Rovere
    ieri

    Cerco qualcosa per mio padre… Dite che Calminax andrà bene?

  6. ospite
    ieri

    Mia nonna fa il trattamento Calminax che l’ha aiutata tanto anche a migliorare l’udito, riesce a comunicare con noi

  7. Maria DeAngelo
    ieri

    La cosa peggiore e’ la consapevolezza che si può trattare di qualche disturbo psichico…

  8. Agnese Franchi
    ieri

    Ho provato con la terapia del suono, ma senza esito. Ho il Calminax da 2 giorni, vedremo se funzionerà

  9. ospite
    ieri

    Mia madre, dopo gli antibiotici, aveva un problema di acufene. Ne era molto preoccupata, ma con Calminax le è passata

  10. Monica Fezzi
    oggi

    gli effetti possono essere visti molto rapidamente, secondo il mio parere è il miglior metodo naturale

  11. ospite
    oggi

    dove posso ordinarlo?

  12. ospite
    oggi

    leggete con comprensione! sotto l’articolo c’è un link al sito

  13. ospite
    oggi

    lo uso 3 settimana e sono sbalordito. Posso sentire come mai prima d’ora!

  14. Andrea Parisi
    1 ora fa

    il prezzo di questa meraviglia?

  15. ospite
    1 ora fa

    Lo consiglio

PIÙ VISITATO

  • Botox - cosa ne dovresti sapere?

  • Flebo di vitamine: efficacia, azione, prezzi

  • Vitamina C per il viso: opinioni, ricette, destinatari

  • Olio di ricino: per viso, capelli, ciglia e unghie.

  • Aceto di mela: metodo naturale per brufoli, cicatrici e forfora.

  • x

    Grazie per il tuo commento

    Sarà pubblicato dopo la moderazione